Foto: Piazza Don Giussani, Villa Tittoni-Traversi, Torre Palagi, Basilica S.S. Siro e Materno, Palazzo Municipale, Cortile Casa Pio XI Foto: Piazza Don Giussani, Villa Tittoni-Traversi, Torre Palagi, Basilica S.S. Siro e Materno, Palazzo Municipale, Cortile Casa Pio XI
cerca nel sito
motore di ricerca

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

Valorizzazione e cura del Parco storico di Villa Tittoni: installato il percorso storico-didattico
notizia pubblicata in data: 12/02/2017
Valorizzazione e cura del Parco storico di Villa Tittoni: installato il percorso storico-didattico

 
Continua l'esperienza di cittadinanza attiva con il gruppo dei Volontari Civici del Parco Storico di Villa Tittoni a Desio: obiettivo valorizzazione e cura del Parco.


Il 9 febbraio scorso, nel Parco storico di Villa Titoni, è avvenuta l'installazione di un percorso didattico per diffondere tra tutti gli utilizzatori del Parco, la storia e l’importanza architettonica e vegetale dell’intero complesso.

"Un altro obiettivo raggiunto grazie anche alla passione dei volontari civici - racconta l'Assessore alla Cultura e Partecipazione Cristina Redi - prendersi cura dei beni comuni della Città è davvero il modo migliore per volerle bene. Stiamo imparando a lavorare insieme e sperimentando insieme metodi per rendere permanente nel tempo l'amministrazione condivisa, rendendola indipendente dai cambiamenti delle maggioranze consiliari. Questo primo gruppo di cittadini attivi, insieme a quello dei volontari civici del verde e a tanti altri cittadini attivi, non solo sperimenta, ma sta creando per Desio un nuovo paradigma: quello dell'amministrazione condivisa dove i cittadini vanno al di là dei pur importanti meccanismi di delega e controllo, diventando protagonisti di un cambiamento culturale. Un'esperienza che ci arricchisce ogni giorno e che abbiamo lanciato come scommessa anche alla macchina organizzativa comunale."

"Dall'avvio del nostro percorso comune il volontari civici del Parco hanno già realizzato importanti attività sulla ceppaia posta all'ingresso e sulla pulizia delle sterpaglie lungo la cancellata - aggiugne l'Assessore ai Parchi Emanuela Rocco - è un lavoro che si basa sulla disponibilità a fare, mettendo in conto che ci potranno essere difficoltà, ma che da quelle partiremo per aggiungere sempre più valore al nostro agire comune. Insieme ci diamo obiettivi e programmiamo le attività e insieme cercheremo il modo migliore per realizzarle."

Le passeggiate al Parco si arricchiscono quindi di storia, magia e informazioni per far conoscere ai visitatori tutti i segreti della flora e della fauna che ospita. Il progetto informativo e didattico vede la collaborazione dell'Assessorato ai Parchi e di quello alla Cultura e Partecipazione con il Sistema delle Ville Gentilizie Lombarde, il Consorzio Desio - Brianza con i ragazzi dello SFA, Legambiente Onlus - sezione 'R. Giussani' di Desio, ReGiS - Rete dei Giardini Storici, Parco delle Culture e Consorzio Comunità Brianza. Possibile in futuro anche l'integrazione dei pannelli con dei QR code per rendere disponibili ai visitatori alcuni approfondimenti sulle informazioni già presenti.

 

SCHEDA TECNICA

Parco Storico di Villa Tittoni (Giardino della villa)

Il parco all’inglese di Villa Tittoni con ampiezza di 7,5 ettari circa, che sostituisce una prima versione geometrica progettata probabilmente da Giuseppe Piermarini, è tra i primi in Italia, concepito con alberi secolari ed imponenti masse arboree che suggeriscono l’idea di una natura incontaminata e selvaggia. Anche grazie al giardino, la villa è considerata una delle residenze nobiliari più monumentali e ricche della Brianza.

La villa, già esistente nel XVI secolo con annesso giardino all'italiana, fu acquistata dai marchesi Cusani a metà del Seicento come casa di villeggiatura. Ingrandita a partire dal 1776 su progetto di Giuseppe Piermarini, la residenza ospitò a fine Settecento gli Asburgo stabilitisi nella vicina Monza e i Borbone provenienti da Napoli.

A partire dal 1806 Ferdinando Cusani affida a Giuseppe Piermarini le opere di trasformazione della villa e ad Antonio Villoresi il ridisegno del giardino, che diviene uno dei maggiori parchi paesistici della Lombardia e uno dei primi all'inglese, documentato anche nel trattato Dell'arte de' Giardini Inglesi di Ercole Silva. Furono realizzate due serre per ricoverare le piante di agrumi d'inverno e, attorno al parterre antistante la villa, si realizzò un bosco di castagni attraversato da tre viali prospettici a raggiera, boschetti e un labirinto. Di grande valore paesaggistico era il lago artificiale servito da una roggia, provvisto di darsena e di un'isoletta centrale, completato da una grotta con capanna affrescata. Con il passaggio di proprietà dell'avvocato Giovan Battista Traversi, nel 1817, l'architetto bolognese Pelagio Pelagi, fu incaricato del rinnovamento del complesso e della costruzione di una torre neogotica all'interno dei giardini, oggi di proprietà privata.

Il giardino di Villa Tittoni è oggi ridimensionato ma, sebbene siano scomparso i viali a tridente, il labirinto di carpini e il laghetto, il luogo mantiene intatto il fascino romantico della sistemazione all'inglese, offrendo la possibilità di passeggiare lungo i sentieri che si snodano in una macchia di oltre 700 esemplari arborei. L'ampio cannocchiale prospettico attraversa una fitta vegetazione, tra cui si scorgono la suggestiva torre del Palagi e il monumento funebre Traversi progettato da Luca Beltrami, per raggiungere la fontana con la statua di Nettuno al centro del parterre con la monumentale facciata sullo sfondo.

 

Orari apertura parco comunale
orario estivo: dal 1° aprile al 30 settembre orario continuato 8.00-20.00
orario invernale: dal 1° ottobre al 30 marzo orario continuato 8.00-17.30

torna alla pagina precedente

Agenda - Appuntamenti

Clicca qui per visualizzare gli eventi del mese precedente Luglio 2017 Clicca qui per visualizzare gli eventi del mese prossimo
L M M G V S D
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
In evidenza
Eventi
Sezione interattiva


Città di Desio
sede comune:
Piazza Giovanni Paolo II

CAP: 20832 Desio (MB)
telefono: 0362-3921
fax: 0362-392211

Posta elettronica certificata: protocollo.comune.desio@legalmail.it

p.iva: 00696660968



Rete civica realizzata Progetti di Impresa srl © copyright 2007 | access key | mappa del sito | accessibilità| privacy


Caratteri grandi |  normali      Questo sito internet è valido html 4.01 strict, clicca per accedere al validatore html 4.01, il sito verrà aperto in una nuova finestra  Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra  sito internet validato wcag wai a