Regione Lombardia

Corso Italia, sosta 15 minuti

Pubblicato il 13 settembre 2018 • DesioCittà , Mobilità

L’assessore Jennifer Moro: «Accolta una proposta dei commercianti». Introdotto il disco orario per rendere più scorrevole il traffico con evidenti vantaggi per gli automobilisti e i negozi.

Lo scorso marzo il divieto di sosta, oggi il disco orario. L’Amministrazione comunale in sei mesi ha regolato la sosta in corso Italia. «L’obiettivo – spiega l’assessore al Controllo del territorio Jennifer Moro era doppio: innanzitutto mettere in sicurezza l’area della linea tranviaria “Milano - Carate Brianza”, soprattutto nel tratto dove la circolazione dei tram avveniva in sede promiscua. Un’area che era diventata di sosta indiscriminata. Poi c’era la necessità di rispondere alle richieste dei commercianti».

Amministrazione – commercianti, «tavolo di confronto». Dopo l’introduzione dei divieti di sosta sul lato est della strada, quello compreso tra l’incrocio con via Gavazzi e via Carducci e l’intersezione con via Vittorio Veneto, l’Amministrazione comunale ha raccolto la richiesta dei commercianti della via, attivando un «tavolo di confronto» per individuare la migliore soluzione condivisa.

Sosta massima di un quarto d’ora. «I commercianti – precisa l’assessore alle Politiche di Governo del territorio Giovanni Borgonovoci hanno chiesto di ridurre a 15 minuti il tempo massimo della sosta sul lato ovest. Abbiamo condiviso l’esigenza di favorire il turn over delle auto in una zona dove normalmente la sosta è rapida e permettere ai clienti degli esercizi commerciali di corso Italia di trovare parcheggio più facilmente per fare acquisti o semplicemente bere un caffè. Abbiamo accettato la proposta dei commercianti perché questa soluzione ci consente di garantire la sicurezza stradale e rendere più scorrevole il traffico lungo corso Italia con evidenti vantaggi per gli automobilisti e i negozi».