Regione Lombardia

Corti suona la campanella

Pubblicato il 12 settembre 2018 • DesioCittà , Scuola

Primo giorno di scuola. Il Sindaco scrive agli studenti: «Non lasciatevi sviare da chi commette azioni insensate e pericolose per sé e per gli altri. Contagiateli con il vostro rispetto per le persone e le cose».

«Approfittare di tutti gli strumenti che vi saranno forniti e delle esperienze che vivrete: vi saranno molto utili non solo per il percorso scolastico ma per la vostra vita di cittadine e cittadini curiosi, sensibili e attenti al mondo che li circonda». Così il Sindaco Roberto Corti e l’assessore alla Pubblica istruzione Giorgio Gerosa stamattina (mercoledì 12 settembre) hanno aperto, simbolicamente, l’anno scolastico con la lettera inviata agli studenti.

Contagiate le persone con il vostro rispetto. «Non lasciatevi sviare da chi, purtroppo, commette azioni insensate e pericolose per sé e per gli altri. Non imitateli, piuttosto siate voi a contagiarli con il vostro rispetto verso le persone e le cose». Così legge nella lettera di «buon inizio» inviata ai circa 3.400 studenti delle elementari e medie di Desio.

Contiamo su di voi per una città più bella. Corti e Gerosa rivolgono anche un invito agli studenti: «Noi che amministriamo la cosa pubblica sappiamo che destinare risorse al ripristino degli atti vandalici significa sottrarle alle esigenze della città, così come molti problemi sociali potrebbero essere superati grazie ad una comunità sempre più attenta e aperta al prossimo. Contiamo anche su di voi per avere una città pulita, ben conservata e accogliente».

L’augurio finale. La lettera si chiude con l’augurio di un buon anno scolastico a tutto il mondo della scuola: studenti e famiglie, ma anche insegnanti e operatori non docenti.