Regione Lombardia

L'incendio

Ultima modifica 13 agosto 2018

Nel XVI secolo il borgo sconvolto dai Lanzichenecchi

Nel 1511 la città fu saccheggiata dai Lanzichenecchi che diedero fuoco al borgo.

Testimone dell'avvenimento fu Leonardo da Vinci, che fissò la scena dell'incendio in un disegno oggi conservato nelle Collezioni Reali inglesi.

Per tutto il corso del secolo il borgo fu ripetutamente colpito da ricorrenti epidemie di peste che ridussero la popolazione a 500 anime.

Ad aggravare la situazione economica contribuirono inoltre le ricorrenti spese per l'alloggiamento delle truppe appartenenti ai diversi eserciti che in quest'epoca attraversarono il territorio.

San Carlo Borromeo riordinò la vita religiosa del borgo e sostenne il progetto, pare affidato all'architetto Pellegrino Tibaldi, di realizzare una nuova chiesa. Il cantiere iniziò solo nel 1652 e si concluse solo nel 1744 con la consacrazione della nuova chiesa, ad opera dell'arcivescovo Giuseppe Pozzobonelli.

A cura di Massimo Brioschi

Bibliografia