Elezioni Europee 2024

Ultima modifica 16 maggio 2024
 
elezioni-europee
 
Nelle giornate di sabato 8 e domenica 9 giugno 2024 si terranno le elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo
 
Si potrà votare in entrambe le giornate: 
 
  • Sabato 8 giugno dalle ore 15.00 alle ore 23.00 
  • Domenica 9 giugno dalle ore 07.00 alle ore 23.00 
Le operazioni di scrutinio avranno inizio subito dopo la chiusura della votazione.
 

APERTURE STRAORDINARIE UFFICIO ELETTORALE 

Da sabato 27 aprile a mercoledì 1 maggio 2024, allo scopo di garantire il rilascio (massimo entro 24 h dalla richiesta) delle certificazioni inerenti la presentazione delle liste, l’Ufficio Elettorale osserverà i seguenti orari: 

  • sabato 27 e domenica 28 aprile: apertura dalle 09.30 alle ore 11.30.
  • lunedì 29 aprile: apertura dalle ore 8.00 alle ore 12.30 e dalle ore 14.30 alle ore 17.00; 
  • martedì 30 aprile e mercoledì 1° maggio: apertura dalle ore 08.00 alle ore 20.00 

Come raggiungere l’Ufficio Elettorale

    • Ingresso A del Comune Piazza Giovanni Paolo II nelle mattine di lunedì e martedì.
      
    • Ingresso 24 telefonando al numero 0362.392.229-225 nelle mattine del sabato e della domenica e nei pomeriggi del lunedì, martedì e l’intera giornata del mercoledì.

Numeri utili: 0362.392.229 – 225 – 385 


 
IL SISTEMA DI VOTO 
 
Ogni elettore può esprimere il proprio gradimento fino a tre candidati, e gli stessi vengono proclamati eletti, nel limite degli scranni ottenuti da ogni lista circoscrizionale, secondo la graduatoria di consensi ottenuta. Le preferenze vanno espresse a candidati di genere diverso, pena l'annullamento della terza preferenza. Nel caso fossero presenti nella medesima lista candidati con uguale cognome, va obbligatoriamente segnato sulla scheda anche il nome di colui al quale si desidera offrire la preferenza.
 
 
CIRCOSCRIZIONI ELETTORALI 

In occasione delle elezioni europee, il territorio italiano si divide in 5 circoscrizioni elettorali plurinominali assegnatarie di un numero di seggi variabile a seconda della popolazione. Ogni circoscrizione comprende molteplici regioni, come di seguito indicato: 

I. Italia nord occidentale (Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia); 
II. Italia nord orientale (Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna); 
III. Italia centrale (Toscana, Umbria, Marche, Lazio)
IV. Italia meridionale (Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Calabria, Puglia); 
V. Italia Insulare (Sicilia, Sardegna).
 
 
ELETTORATO ATTIVO E PASSIVO 
 
Il voto è permesso ad ogni cittadino italiano che abbia compiuto il 18º anno di età e che sia iscritto nelle liste elettorali. 
 
Hanno diritto di voto anche i cittadini degli Stati membri dell'Unione europea iscritti nelle liste elettorali aggiunte del Comune di residenza o che hanno presentato richiesta entro entro 90 giorni dalla elezione (11 marzo 2024). Per quanto riguarda il Comune di Desio, è stata inviata a tutti i cittadini comunitari aventi diritto apposita lettera informativa e modulo di iscrizione che può essere, unitamente a un documento di identità, spedito a mezzo email all’indirizzo anagrafe@comune.desio.mb.it, pec protocollo.comune.desio@legalmail.it o consegnato a mano presso l’Ufficio Elettorale tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 12.30, martedì e giovedì anche dalle ore 15.30 alle ore 17.30. 
 
Si precisa che con l’iscrizione nella suddetta lista aggiunta, si potrà esercitare il voto esclusivamente per i membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia e non anche per i membri del Parlamento europeo spettanti al Suo Paese di origine: vi è, infatti, il divieto del doppio voto. 
 
Gli interessati riceveranno la tessera elettorale con l’indicazione del seggio ove potranno recarsi a votare.  
Per essere eletto al Parlamento europeo come membro della delegazione italiana, occorre aver compiuto 25 anni entro il giorno delle elezioni. Sono anche eleggibili cittadini degli altri Stati membri dell'Unione che siano in possesso dei requisiti di eleggibilità previsti dalle leggi italiane e che non siano decaduti da tale diritto nel loro Stato membro di origine. 
 
 
GLI ELETTORI ITALIANI RESIDENTI ALL’ESTERO 
 
Gli elettori italiani residenti all'estero in un paese dell'Unione europea possono partecipare alle elezioni del Parlamento europeo con tre modalità alternative:
 
1. scegliendo di votare la scheda nazionale del paese estero in cui si trovano (in tal caso devono formalizzare la richiesta e vengono inclusi nell'elenco del comune estero di residenza); oppure
2. recandosi in Italia; oppure
3. recandosi presso il consolato italiano di competenza: in questo caso viene consegnata all'elettore la scheda di una delle cinque circoscrizioni elettorali europee in Italia.
 
Potranno inoltre votare - solo per corrispondenza - dipendenti pubblici, ricercatori e militari anche se residenti al di fuori dell'Unione europea.
 

 
CHE COSA SERVE PER VOTARE 
 
L'elettore dovrà presentarsi al seggio con un documento di identità valido e la tessera elettorale. Chi non ha la tessera, l'ha smarrita o ha esaurito gli spazi disponibili può richiedere il duplicato direttamente presso il seggio elettorale. 
 
Gli ultraottantenni, per il tramite di un loro parente, potranno richiedere la consegna del duplicato della tessera elettorale direttamente al proprio domicilio, inviando una mail all’indirizzo anagrafe@comune.desio.mb.it o telefonando al numero 0362.392.225-229 (dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.00; il martedì e il giovedì anche dalle 15.00 alle 17.00)
 

 
UBICAZIONE SEGGI (Qui il prospetto)
 
Alle sezioni nn. 15 e 26 sono istituiti seggi speciali per la raccolta dei voti degli elettori degenti nei luoghi di cura. 
 
Le persone portatrici di disabilità fisiche possono votare presso le sezioni nn. 2 (Scuole Prati, via Carcano 98) e 27 (Scuole via Tolstoj). 
 
Desio elezioni - sezioni e seggi - ubicazione
 

 
PROPAGANDA ELETTORALE
 
Il giorno 10 maggio 2024, trentesimo giorno antecedente quello fissato per l’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia, ha inizio formalmente la campagna elettorale.

E' considerata propaganda elettorale la propaganda politica effettuata da chiunque (partiti, associazioni, persone partecipanti e non partecipanti alla competizione).

L'esercizio della propaganda elettorale è regolamentato dalla normativa che disciplina la materia ed in particolare dagli artt. 17 e 21 della Costituzione, dalla legge 4 aprile 1956 n. 212, come modificata e integrata dalla legge 24 aprile 1975 n. 130, dalla legge 10 dicembre 1993 n.515, dalla Circolare del Ministero dell’Interno n. 1943/V dell’ 8 aprile 1980 avente ad oggetto “Disciplina della propaganda elettorale” e dalla legge 27 dicembre 2013 n. 147 (legge di stabilità 2014), nonché dalla legge del 22 febbraio 2000 n. 28, 27 dicembre 2013 n. 147 e, da ultimo, da Provvedimenti della Commissione Parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi e dalle Deliberazioni dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni recanti “Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parità di accesso ai mezzi d'informazione”.

La Giunta Comunale, con delibera 92 del 09.05.2024 ha individuato le  seguenti postazioni di propaganda per l’affissione di stampati, giornali murali od altri manifesti da parte dei partiti o gruppi politici che parteciperanno alle elezioni con le liste dei candidati.

Le affissioni possono essere effettuate esclusivamente negli spazi appositamente determinati dalla Giunta comunale e assegnati con determina dirigenziale n. 328  del 15.05.2024, nella misura di 2 x 1 m, a ciascuna lista ammessa alla competizione elettorale.

Le affissioni possono essere effettuate, inoltre, fino alle 23.59 di venerdì 7 giugno 2024: a partire da tale momento, ogni nuova affissione è vietata.

L’ Amministrazione comunale provvederà, con tempestività, all’immediata defissione del materiale di propaganda elettorale, affisso in spazi assegnati ad altri partiti o gruppi politici.

Si ricorda che tutte le pubblicazioni di propaganda elettorale a mezzo scritti, stampa o foto stampa, radio, televisione, incisione magnetica ed ogni altro mezzo di divulgazione devono indicare il nome del committente responsabile (comma 2 art.3 legge 515/93).

 

ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI

 
 

 
VOTO DA PARTE DEGLI STUDENTI FUORI SEDE 

(art. 1 ter del DL 29 gennaio 2024, n. 7 - Disposizioni urgenti le consultazioni elettorali dell’anno 2024 - convertito, con modificazione, dalla legge 25 marzo 2024, n. 38).  

In via sperimentale, in occasione delle elezioni europee, sono ammessi a votare fuori sede gli elettori che, per motivi di studio, si trovano in un comune di una regione diversa da quella del comune di iscrizione elettorale per un periodo di almeno tre mesi. Sono previste due modalità di esercizio del voto fuori sede: 

1) se il Comune di temporaneo domicilio è ubicato nella medesima circoscrizione elettorale (più in alto la suddivisione del territorio nazionale in circoscrizioni) del comune di residenza, gli studenti fuori sede votano nelle sezioni ordinarie del comune di temporaneo domicilio. 

2) se il Comune di temporaneo domicilio è ubicato in una circoscrizione elettorale diversa da quella cui appartiene il comune di residenza, gli studenti fuori sede votano presso sezioni speciali istituite nel comune capoluogo della regione alla quale appartiene il comune di temporaneo domicilio. In tal caso, il voto è espresso per le liste e i candidati della circoscrizione elettorale di appartenenza, e cioè per le liste e i candidati della circoscrizione elettorale in cui è ubicato il comune di residenza. 

Modalità e tempi di presentazione della domanda

Per poter esercitare il voto “fuori sede”, gli interessati devono presentare, al comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, apposita domanda, secondo il modello che si allega, con indicazione dell’indirizzo completo del temporaneo domicilio. Alla domanda occorre inoltre allegare: 

a) copia di un documento di riconoscimento in corso di validità; 
b) copia della tessera elettorale personale;
c) copia della certificazione o di altra documentazione attestante l’iscrizione presso un’istituzione scolastica, universitaria o formativa. 
       
La domanda può essere inoltrata personalmente dall’interessato o mediante l’ut8ilizzo di strumenti telematici o persona delegata entro e non oltre domenica 5 maggio 2024